Corso Aldo Gastaldi

Per l’affascinante rubrica “Street of the Week” vi propongo una misconosciuta via di Genova: Corso Aldo Gastaldi,

Per chi non lo sapesse, e per dovere di cronaca, informo che il personaggio cui è dedicato lo stradone è questo qui. Come al solito per una via di collegamento hanno scelto un tipo niente male, uno che il fatto suo lo conosceva bene.
E doveva essere uno tosto davvero, perché la via, prima, era dedicata nientemeno che a Giulio Cesare!
Si può parlare di revisionismo quando si tratta di strade? Non lo so, a voi la risposta.

La via in questione non è tra le più affascinanti di Genova. Onestamente non credo sia tra le più brutte, ma , pare chiaro, ho un rapporto con questa strada e forse l’affetto fa brutti scherzi.
Il corso è lungo più o meno ottocento metri composto da una bella strada ampia, due corsie per lato più quella per gli autobus, e da una fila di palazzoni tutti uguali tra loro, di circai otto piani. Una  muraglia che ti fa pensare a  una fortificazione più che a una via.
E se avete letto a chi è dedicata  si può pensare che sia adatto: una strada che pare un baluardo per chi lo è stato della libertà di tutti, tanto per cadere nella retorica spicciola.

Ma Corso Gastaldi ha delle peculiarità che , a Genova, sono quasi uniche: ci passano i treni davanti  , anzi, a dir la verità , ci passano sotto e poi ospita la Casa dello Studente , un bel palazzone un pò fascista su cui sono appesi tonnellate di manifesti comunisti.
Ci sono portici, e quindi negozi, ammetto sempre meno, e se vuoi comprarti le sigarette o qualcosa da mangiare puoi farlo, anche con la pioggia. Una volta, questi portici erano praticamente un bazar, ci trovavi di tutto, dal pane alle caramelle gommose, passando per negozi di vestiti, lavanderie e gommisti.
Ma la caratteristica che più mi ha colpito, da sempre,è che c’è solo una fila di palazzi: il muraglione infatti , si affaccia sul quartiere di San Fruttuoso godendo di una vista davvero ampia.  Da una finestra sarà possibile vedere una teoria quasi infinita di altre costruzioni che si susseguono come in un’enorme scala per titani, e poi lo sguardo potrà salire sino a vedere santuari, il Biscione ( su cui non spenderò una parola), e i forti di Genova.

Da Corso Gastaldi si ha una delle migliori visuali dei colli genovesi dal Monte Fasce, coronato d’antenne, al Righi , il posto più pulito della città. Come la schiena di un animale mitologico le colline, con aspirazioni da montagne, si curvano e si alzano svettando nel cielo e mostrando , senza pudore, i loro ruderi e le loro bellezze.
E’ forse uno dei pochi posti dove si possono ammirare quasi tutti i forti di Genova,come già detto, che sono tanti,  in tutta la loro vetusta austerità.

No, non si vede il mare, ma Corso Aldo Gastaldi , è a due minuti da centro!

2 pensieri riguardo “Corso Aldo Gastaldi”

    1. E’ un bel pezzo di strada da Principe a Brignole, si attraversa il centro, e i “caruggi” come li chiamiamo noi.
      Magari la prossima Street of the Week sarà via Venti Settembre… grazie per la visita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...