Archivi tag: mattino

Le nebbie eterne

Venerdì mattina lo inizi male, a tal punto che avresti preferito mettere il sale nel caffè.
Ti alzi, svegliato dal dolce suono di clacson sotto casa tua, e lentamente vai verso la cucina dove prepari la caffettiera che dovrebbe darti un poco di energia. Poi guardi  che giorno è sul tuo calendario, dove sono riportate le foto di posti bellissimi, e il tuo sguardo arriva sulla finestra che dà sull’esterno e vedi le nebbie piemontesi che incombono e coprono il poco panorama che in genere ti concede un poco di piacere. L’antitesi tra calendario e realtà già ti fa salire l’odio e la rabbia, ma non basta! Ti accorgi che è ottobre,il che ti riporta alla realtà molto più del caffè che intanto hai bevuto.
Devi pagare l’affitto, il padrone di casa, per quanto persona gentile, è intransigente. Vai al computer, accedi alla tua banca  on line, fai l’operazione e poi, subito dopo, ti senti povero.
Le nebbie eterne sono ancora fuori dalle tue finestre e te scendi,  in tuta, a prendere la posta, e scopri la seconda mazzata della giornata.  Continua a leggere Le nebbie eterne

E’ vita di campagna, baby!

Da qualche giorno sono nella mia dimora di campagna per seguire alcuni lavori di ristrutturazione che stiamo facendo.
Con me c’è solo mia cugina e, ogni tanto, compare mia sorella maggiore per rompere le scatole e, un poco come nei meravigliosi anni sessanta, controllare i controllori.
In pochi giorni ho dovuto alterare le mie routine, non in modo clamoroso, ma un cambiamento c’è stato.
La sveglia è piantata alle sette e un quarto, questo mi dà la possibilità di fare una colazione veloce e di aprire la casa agli operai che, puntualissimi, arrivano mezz’ora dopo. Certo li accolgo con la faccia di chi, dormirebbe ancora. Continua a leggere E’ vita di campagna, baby!

Camminare stancamente

Il Mercoledì, a volte, è proprio un giorno perfido. Hai ancora in bocca il sapore del week end passato ben sapendo che manca ancora molto a quello successivo. Un giorno pessimo, insomma.
Ti sei alzato alla solita ora, come ogni giorno, hai adempiuto pigramente alle routine del mattino: sei andato in bagno, hai messo la moka sul fuoco e, sbadigliando, stai aspettando che il caffè fuoriesca profumato e invitante . Non sei ancora riuscito a fare un pensiero coerente, hai la testa leggera e, intimamente, ne sei persino un poco orgoglioso. E’ bello essere ancora un poco assonnati prima di gustarsi un poco di caffeina. Continua a leggere Camminare stancamente